Gianluigi Viscardi riconfermato presidente del Cluster Fabbrica Intelligente

1 Luglio 2024

Gianluigi Viscardi riconfermato presidente del Cluster Fabbrica Intelligente

Notizie dal cluster




Rinnovato anche il comitato scientifico, che continuerà a essere guidato dal presidente Tulio Tolio, professore del Politecnico di Milano

Durante l’Assemblea annuale del Cfi, che si è tenuta, il 17 giugno, sono stati eletti i nuovi membri del Consiglio Direttivo: Antonio Belisario Braia, Giacomo Bianchi, Stefania Bruschi, Mauro Castello, Riccardo Castrovilli, Stefano Cattorini, Paolo Dondo, Alberto Longobardi, Nicola Lo Russo, Enrico Malfa, Fulvio Rinaldi, Francesco Rolleri, Daniela Sani, Tullio Maria Tolio, Flavio Tonelli, Gianluigi Viscardi.

Nella prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo, la scorsa settimana, è stato riconfermato come presidente, Cav. Lav. Gianluigi Viscardi. Sono inoltre stati nominati i nuovi componenti del Comitato Tecnico Scientifico, che sarà guidato da Tullio Tolio, professore del Politecnico di Milano.

In merito al suo ruolo istituzionale, il Cluster intende per i prossimi 3 anni essere protagonista, soprattutto per quel che riguarda i tavoli tecnici a Bruxelles, favorendo quei partenariati pubblico-privati focalizzati sui materiali avanzati, sulle terre rare, sulle nuove tecnologie, sulla digitalizzazione dei processi e dei servizi per l’industria.

Al rinnovato Comitato Tecnico Scientifico, che oltre al Professor Tolio vede la presenza di Flavio Tonelli, professore dell’Università di Genova e rappresentante del Distretto Tecnologico Ligure sui Sistemi Intelligenti Integrati; di Alberto Longobardi, direttore della produzione di Adige Blm Group; di Nicola Lo Russo, ceo di Vision, azienda specializzata su sistemi di visione e intelligenza artificiale e di Stefano Cattorini, ceo del Competence Center Nazionale Bi-Rex, spetterà proprio il compito di sistematizzare i principali contenuti tecnologici e innovativi coerentemente alle improrogabili sfide che le imprese italiane dovranno affrontare in tema di conoscenza, tecnologie manifatturiere,  linguaggio e proposte a trazione digitale, per incrementare la loro competitività a livello internazionale.

«La nostra organizzazione conta oggi oltre 200 associati tra grandi aziende e PMI, università, centri di ricerca, rappresentanza datoriale e stakeholder istituzionali. Nei prossimi tre anni l’obiettivo è proseguire nella crescita associativa mantenendo il focus sulle imprese con vocazione all’innovazione concentrandoci sulla diffusione di una cultura tecnologica centrata sulla nuove tecnologie, digitalizzazione e sulla transizione ecologica che favoriscano la competitività del manifatturiero italiano ed europeo. Al tempo stesso vogliamo lavorare per facilitare l’interconnessione con i tanti cluster che operano su tutto il territorio nazionale al fine di essere l’interfaccia tra la politica e il mondo industriale. Ci tengo a ringraziare il Cosniglio Direttivo per la fiducia riconfermata nel ruolo di Presidente e colgo l’occasione per augurare un buon lavoro anche al rinnovato Comitato Tecnico Scientifico presieduto dal Prof. Tolio, una governance snella ma molto competente che saprà essere un interlocutore importante all’interno dei tavoli tecnici, nazionali ed europei, centrati sullo sviluppo tecnologico delle imprese», afferma il presidente del Cfi, Gianluigi Viscardi.

«Questo è un momento particolarmente importante a livello europeo dal momento che stanno nascendo nuove partnership pubbliche-private dal carattere pluriennale su ambiti strategici quali per esempio quelle relative ai materiali avanzati, alle materie prime critiche, ai mondi virtuali che vanno a complementare quelle che sono già in essere come per esempio Effra e Process4planet. Il Cluster può giocare un ruolo importante di raccordo tra il livello nazionale e quello europeo nella definizione di queste iniziative portando sui tavoli europei le specificità del contesto italiano. Inoltre, sempre in dialogo con Bruxelles, si sta lavorando sul nuovo programma quadro che partirà nel 2027 e che ci vede coinvolti come propositori di tematiche tecnologiche da portare in Commissione sulla base della roadmap e delle attività che il Cluster vorrà portare avanti insieme ai propri associati. Questo è fondamentale anche in vista della strategia di ricerca e innovazione che dovrà essere messa in atto a livello nazionale in particolare da Mur e Mimit per delineare fin d’ora il futuro dopo la fine del Pnrr», afferma Tullio Tolio, neo Presidente del Comitato Tecnico Scientifico Cfi.

Recent News

ALTRE NOTIZIE DAL CLUSTER